Bobo Vieri, ex attaccante e opinionista della sua trasmissione Bobo TV, ha svelato ai microfoni di Gazzetta TV la sua personale griglia di partenza.

Le parole di Vieri:

Sulla Juventus e Inter:Io ho giocato alla Juventus, ok? Però ho giocato un anno. La Juventus tutti gli anni deve giocare per vincere il campionato. Non si può dire che ci sono i giovani o cose così, perché hai comunque i migliori giovani d’Europa. Con o senza coppe deve lottare per vincere lo Scudetto. Io la vedo così, ma anche mio padre me lo diceva. La Juventus è questa: come l’Inter e come il Milan. Hai giovani da 30/4o milioni di euro, non posso sentire queste cose. Mi aspetto sempre di vedere la Juventus giocarsi lo Scudetto. Poi io sono uno da poche scuse, non le cerco mai. Per me la Juventus è uno squadrone, ma magari un altro la pensa in un altro modo. Per me l’Inter è uno squadrone. Secondo me poteva battere il Manchester City e doveva vincere quella partita, che poi ha perso.

Sul Milan:Quindi il Milan è un pochettino sotto le altre due, secondo me. Però queste squadre devono sempre lottare, perché hanno un nome importante. Sono tutti giocatori che bisogna vedere come vanno. Non hanno preso i giocatori già pronti come si pensava alla fine dell’anno scorso. Si diceva che avrebbero preso due o tre giocatori già pronti per presentarsi in campionato per vincerlo e anche per giocarsela in Champions League. Hanno preso un’altra strada. Leao è rimasto, Theo Hernandez è rimasto, Giroud è rimasto, Maignan è rimasto. Quelli sono i quattro leoni. Il club è andato su questi giocatori di buona prospettiva: ora bisogna solo aspettare.

Sul Napoli: “Io dico che se rimaneva Spalletti vinceva ancora il campionato e la Champions League. Pensa cosa ti vado a dire! Ma comunque il Napoli è stra forte. È uno squadrone: è rimasto Osimhen e finché rimane lui va bene”.

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *